Wing Tsun


Il Wing Tsun (WT) è un’arte marziale tradizionale cinese, che sviluppa una capacità istintiva di autodifesa. Il Sistema Leung Ting ha una struttura didattica moderna e scientifica: pochi semplici principi fondamentali consentono ad una persona, indipendentemente dall’età, da sesso e dalla prestanza fisica, di neutralizzare efficacemente un aggressore più forte, imparando ad usare la sua forza a proprio vantaggio.

Il WT allena e sviluppa diversi aspetti, lavorando su 3 livelli:

FISICO: capacità atletiche, resistenza e velocità
TECNICO: coordinazione motoria, stabilità, equilibrio e sensibilità tattile
MENTALE: prevenzione di situazioni a rischio, autocontrollo, sicurezza

Il WT garantisce un miglioramento progressivo e costante delle proprie abilità attraverso un percorso verso livelli di efficacia sempre più alti, a prescindere dall’età e dalle qualità naturali del praticante.

Il Wing Tsun Leung Ting è un sistema di autodifesa in grado di insegnare, nel più breve tempo possibile, anche alla persona comune, la maggiore protezione contro potenziali aggressioni reali (afferramenti, bloccaggi, strangolamenti, colpi, spinte, calci ecc).

Secondo il WT un uomo può affrontare un combattimento anche con pochi movimenti a disposizione nel proprio bagaglio tecnico. Un valido sistema di autodifesa deve essere in grado di annullare la maggior parte degli attacchi reali con il minor numero possibile di movimenti. Ad un minor numero tecniche corrisponde una minore confusione, reazioni più veloci e quindi un apprendimento più veloce. Perché questo sia possibile assumono un ruolo preponderante la simultaneità e il timing con cui vengono eseguite le tecniche. Nel WT si impara ad effettuare almeno 3 movimenti simultaneamente, con braccia, gambe e col corpo e ci sia allena a muovere ciascun arto indipendentemente.

Fondamentale inoltre nel WT è non aspettare di essere attaccati per entrare in azione, ma andare incontro all’avversario e possibilmente far coincidere con la difesa il proprio contrattacco. (“La difesa aggressiva”). Al fine di ridurre I tempi di reazione nel WT non ci sono movimenti puramente “offensivi” o “difensivi”, ma ogni movimento contiene elementi di entrambi. Gli attacchi danno sempre protezione e le difese attaccano sempre l’aggressore. Difesa e offesa sono una cosa sola; da qui deriva la simultaneità che non da all’aggressore la possibilità di cambiare attacco o di contrattaccare.

L'allenamento del WT insegna ai proprio studenti ad essere pronti a tutte le possibili distanze e fasi di un combattimento a mani nude. Questo è molto importante per un'auto difesa che funzioni anche in situazioni reali, nelle quali uno non può mai sapere dove verrà attaccato o quale sia la situazione di pre-combattimento.